Fotobiomodulazione

Luce a bassa intensità nel vicino infrarosso

Processo atermico, indolore e non invasivo.


Meccanismo in grado di condizionare l'attività biologica delle cellule utilizzando l'informazione emessa dalla sorgente luminosa rappresentata da una luce a diodi denominata LED (Light Emitting Diode). Quest'ultima è appartenente al campo invisibile dell’infrarosso e viene assorbita attraverso i componenti enzimatici, soprattutto la citocromo-oxidasi facente parte della catena respiratoria mitocondriale, con conversione della luce elettromagnetica in energia chimica ed aumento di produzione di ATP (Ac. Adenosin Tri Fosfatico) cellulare, che prende parte al metabolismo cellulare ed alla contrazione muscolare.

Viene così attivata una proliferazione cellulare con effetti locali sul sistema immunitario, vascolare e nervoso. La fotobiomodulazione Medea, è ideale per combattere la formazione di perossidasi e quindi di scorie metaboliche con riduzione dei radicali liberi a seguito della simolazione della superossido-dismutasi.

Fotobiomodulazione

Le nostre tecnologie.


La fotobiomodulazione Medea costituisce un trattamento non ablativo e non termico, in quanto non aumenta la temperatura della materia biologica ed è indolore. La fotobiomodulazione Medea esercita una stimolazione collagenica ed una inibizione delle collagenasi con ottime indicazioni nel trattamento degli effetti ossidativi quali teleangectasie o pigmentazioni e della dilatazione dei pori.

La fotobiomodulazione Medea può essere usata da sola o in associazione alle altre procedure come laser ablativi, soft laser, radiofrequenza, ultrasuoni, peelings, essendo molto versatile ed utilizzabile su tutti tipi di pelle, con interessanti effetti di tonificazione della cute, del collo e ottimi risultati su trattamenti di ferite o ulcere. I risultati non sono immediati e vanno valutati gradualmente. Consigliabili due applicazioni settimanali, con intervalli di circa 48 ore della durata di circa venti minuti per un totale di 10 -12 sedute. Terminata l' applicazione gli effetti rimangono piuttosto stabili per un periodo che può arrivare sino a sei mesi. Consigliabili trattamenti di mantenimento prima del ritorno alla situazione iniziale.


Trattamento gambe

Applicazioni

Estremamente versatile


Le applicazioni in campo biologico sono susseguenti agli studi NASA ovvero dell’ Ente Spaziale Americano, sull’applicazione di una terapia basata sulla luce artificiale, in grado di permettere una stimolazione cellulare in assenza di gravità, fatto estremamente importante soprattutto per missioni spaziali molto lunghe.

La luce emessa dai LED penetra, a seconda della materia che incontra, per diversi centimetri. La lunghezza d’onda utilizzata è 880nm (nanometri). L’applicazione avviene tramite una parte mobile o statica, sonda o statore dotate di emettitori singolo chip o chip multiplo, da 1 a 510 sorgenti che causano una modificazione della pressione idrostatica delle cellule tissutali, con un’azione antiedemigena ed antibatterica superficiale. Inoltre l'applicazione della fotobiomodulazione favorisce una piacevole sensazione di relax conseguenza del miglioramento dello stato delle terminazioni nervose.


Effetto tonificante


La fotobiomodulazione Medea è utilizzabile su tutti i tipi di pelle con interessanti effetti di tonificazione della cute.


Stimolazione collagenica


La stimolazione collagenica della fotobiomodulazione Medea è ottimale nel trattamento degli effetti ossidativi.


Azione antiedemigena


La luce emessa provoca una modifica della pressione idrostatica delle cellule tessutali, con un'azione antiedemigena ed antibatterica superficiale.


Relax


Piacevole sensazione di relax derivata dal miglioramento dello stato delle terminazioni nervose.

Seguici sui nostri social!

Resta aggiornato sulle ultime novità